Il 2021 inizia con un’ottima notizia!

L’Italia verso un futuro più Ecosostenibile

La legge di bilancio 2021 conferma la proroga del Superbonus 110%

La legge di bilancio 2021 ha prorogato fino alla fine del 2022 la detrazione del 110% del superbonus per le ristrutturazioni in casa e l’efficientamento energetico, che allo stato attuale coprirebbe invece solo le spese sostenute fino al 31 dicembre 2021.

E’ stato approvato anche l’ordine del giorno del deputato Sut Luca che “impegna il governo a garantire la proroga del Superbonus 110% a tutto il 2023, anche avvalendosi delle risorse del programma Next Generation Eu”.

Lo stato crede fortemente in un futuro più ecosostenibile!

La volontà del governo è quella di efficientare gran parte del patrimonio immobiliare italiano.

Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Riccardo Fraccaro, spiega:

“E’ nato questo superbonus 110% che ha esteso l’ecobonus esistente portandolo oltre il limite del 100% per permettere ai cittadini di rifare la propria casa dal punto di vista energetico o sismico. Dobbiamo puntare alla sostenibilità ambientale

Vediamo insieme quali sono i bonus che vengono prolungati:

Ecobonus 2021

Valido fino al 31 dicembre 2022 l’ecobonus, la detrazione per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici.

Valgono le stesse aliquote previste per il 2020: 50% per interventi su infissi, biomassa e schermature solari, 65% per le altre tipologie.

L’ecobonus, lo ricordiamo, consiste in una detrazione dall’Irpef o dall’Ires ed è concessa quando si eseguono interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti.

In generale, le detrazioni sono riconosciute per:

  • la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento,
  • il miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni – pavimenti – finestre, comprensive di infissi),
  • l’installazione di pannelli solari,
  • la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.

Sismabonus 2021

La scadenza del sismabonus è stata ampliata fino al 30 giugno 2022

Gli interventi antisismici effettuati sugli immobili che sorgono nelle zone di pericolosità 1, 2 e 3 rientrano negli interventi in cui la detrazione è elevata al 110% per tutti i lavori sostenuti e rimasti a carico dei contribuenti interessati dal 1 luglio 2020 fino al 30 giugno 2022. Per le spese rientranti in questa tipologia di interventi che sono sostenute dal 1 gennaio 2022 fino al 30 giugno 2022, in caso di detrazione, le quote costanti annuali saranno 4, mentre le spese sostenute in precedenza (2020-2021) verranno detratte in 5 quote annuali.

Bonus ristrutturazioni 2021

Proroga fino al 31 dicembre 2022 anche per la detrazione Irpef al 50% delle spese sostenute per interventi di recupero edilizio, nota anche come bonus casa o bonus ristrutturazioni.

Si tratta di detrazioni pari al 50% delle spese, con un limite massimo di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare. Per gli interventi di ristrutturazione realizzati su immobili residenziali adibiti promiscuamente all’esercizio di un’attività commerciale, dell’arte o della professione, la detrazione spetta nella misura ridotta della metà.

Bonus facciate 2021

Introdotto dalla Manovra 2020, il bonus facciate è prorogato fino a fine 2022. La detrazione resta pari al 90% delle spese sostenute per la ristrutturazione delle facciate esterne degli edifici.

Bonus mobili 2021

La Legge di bilancio proroga al 31 dicembre 2022 la detrazione Irpef al 50% delle spese sostenute per l’arredo di immobili ristrutturati.

Si tratta del cosiddetto bonus mobili ed elettrodomestici, una detrazione Irpef per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A o superiore per i forni e lavasciuga), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione. Un emendamento alla Manovra ha innalzato da 10mila a 16mila euro il tetto per il bonus mobili.

Bonus verde 2021

Proroga fino al 31 dicembre 2022 anche per il cosiddetto bonus verde, la detrazione Irpef al 36% delle spese sostenute per le opere di sistemazione a verde, coperture a verde e giardini pensili.